400.000,00 € DI RISARCIMENTO PER IMPERITA INTUBAZIONE TRACHEALE DA PARTE DEL 118

Casi e sentenze

Torna indietro

400.000,00 € DI RISARCIMENTO PER IMPERITA INTUBAZIONE TRACHEALE DA PARTE DEL 118

In data 15/9/2016, a seguito della caduta accidentale da circa due metri di altezza del Sig. Di., i familiari dello stesso richiedevano telefonicamente il servizio del 118 presso il proprio domicilio. Gli operatori del servizio 118 giungevano sul posto e, rilevato un evidente trauma cranio facciale a carico del Sig. D., decidevano di trasferire il paziente in ambulanza presso il C.T.O.. Invero, durante il tragitto in ambulanza, gli operatori del 118 si rendevano responsabili di imperite ed imprudenti procedure di primo soccorso, andando a praticare una gravosa anestesia generale per poi tentare un’intubazione tracheale, con esiti letali. Le anzidette inidonee manovre sanitarie cagionavano un grave insulto ipossico cerebrale, evento che determinava, dopo una settimana di agonia, il decesso del paziente.

 

 

400.000,00 € DI RISARCIMENTO PER IMPERITA INTUBAZIONE TRACHEALE DA PARTE DEL 118