LA STRUTTURA SANITARIA NON PUO' CHIAMARE IN CAUSA IL MEDICO NEL GIUDIZIO SOMMARIO PER AVANZARE DOMANDA DI RIVALSA

Casi e sentenze

Torna indietro

LA STRUTTURA SANITARIA NON PUO' CHIAMARE IN CAUSA IL MEDICO NEL GIUDIZIO SOMMARIO PER AVANZARE DOMANDA DI RIVALSA

La formulazione della legge 24/17 porta a ritenere incompatibile la chiamata in causa invocata dalla casa di cura con il presente giudizio, tenuto conto dei principi di economia processuale e celerità del giudizio che devono informare ogni procedimento. La chiamata in causa comporterebbe un allungamento dei tempi del processo, in danno del ricorrente, ed un appesantimento dell’istruttoria e della trattazione, incompatibili con il rito sommario di cognizione prescelto dal legislatore. Tra l'altro il resistente vede in ogni caso garantito il proprio diritto di difesa dalla possibilità di esercitare l’azione di rivalsa in un autonomo e separato giudizio e, infine, tale scelta appare più rispondente alle rationes legis della riforma, tenuto conto della diversa natura delle responsabilità dei soggetti coinvolti, della predilezione per l’azione diretta nei confronti della sola struttura sanitaria e di quanto stabilito in ordine all’esercizio dell’azione di rivalsa. (Tribunale di Bari, Ordinanza del 10/10/2019, Dott.ssa Cesaroni) 

 

 

LA STRUTTURA SANITARIA NON PUO' CHIAMARE IN CAUSA IL MEDICO NEL GIUDIZIO SOMMARIO PER AVANZARE DOMANDA DI RIVALSA